I macrolepidotteri notturni dell’Arboreto Sbanditi, Area MAB-UNESCO, Parco Nazionale della Sila (Calabria, Italia)

Main Article Content

Marco Infusino *
Giuseppe Luzzi
Stefano Scalercio
(*) Autore principale:
Marco Infusino | marco.infusino@crea.gov.it

Abstract

L’Altipiano della Sila può essere considerato un “hotspot” di biodiversità, come dimostrano anche i riconoscimenti di organismi internazionali quali l’UNESCO. L’importanza di tale comprensorio è confermata anche dall’interessante fauna lepidotterologica ospitata, le cui conoscenze sono tuttavia per lo più relative a studi occasionali. Le formazioni forestali presenti in Sila, rappresentano ecosistemi particolarmente sensibili ai cambiamenti climatici, per questo è auspicabile la realizzazione di ricerche faunistiche a lungo termine su organismi bioindicatori. Nel presente lavoro vengono forniti i dati relativi ai primi due anni di campionamento (2014-2015) dei lepidotteri notturni eseguiti nell’Arboreto Sbanditi (Sila Grande) tramite una Rothamsted trap. Sono stati effettuati, con cadenza settimanale, 54 campionamenti a seguito dei quali si sono raccolti 3.622 esemplari appartenenti a 223 specie. La comunità a macrolepidotteri notturni è ben caratterizzata, con le specie più abbondanti legate ad habitat forestali, in particolar modo conifere. La fenologia della comunità ha mostrato una significativa variabilità tra i due anni, in relazione al diverso andamento stagionale delle temperature, a conferma dell’importanza che hanno le stazioni di campionamento a lungo termine nel descrivere le dinamiche di popolazione e gli effetti sulla fauna.

I downloads mese per mese

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details